TUTTO IL MEGLIO PER IL TUO VINO! DA OLTRE 20 ANNI

Autorizzazioni in zone vincolate

Iter amministrativo...un percorso da seguire passo passo

Molte attività vinicole si trovano situate in aree di interesse paesaggistico o localizzate in edifici monumentali di rilevante prestigio.
Questi vincoli molto presenti nel territorio italiano, permettono di conservare e proteggere il pregio paesaggistico di certi luoghi e di favorire il recupero funzionale ed estetico del patrimonio edilizio rurale esistente.
I regolamenti valorizzano e tutelano aree ma a volte generano un limite alle scelte progettuali ed alle scelte aziendali delle attività inserite in questo pregevole ambiente.
Effettuare un intervento edilizio in zone di vincolo paesaggistico ambientale richiede la conoscenza dell'iter amministrativo per ottenere l'autorizzazione paesaggistica da parte dell' ente preposto; la verifica delle tempistiche dell'iter amministrativo e la valutazione del progetto richiedono un attenta conoscenza dell'interpretazione dei vincoli secondo la normativa di riferimento del territorio oggetto della richiesta.
Molte aziende che hanno la necessità di ampliare o riportare delle modifiche o migliorie esterne ai locali già esistenti, si devono confrontare con i vincoli imposti da queste normative, come:
area agricola:
generalmente i regolamenti edilizi dei diversi Comuni prescrivono di adeguare gli edifici di nuove costruzioni ai modelli tipologici dell’edilizia rurale del luogo. vincolo ambientale:
normalmente è la presenza di elemento generatore del vincolo presente nell’area circostante, come ad esempio un corso d’acqua, una area protetta (una area SIC), inserimento all’interno di un ente parco, le aree costiere, le zone di interesse archeologiche, ecc..; solitamente oltre all’area il vincolo si estende anche sugli interventi su edifici esistenti.
vincolo da PRG
i piani regolatori comunali spesso contengono il censimento degli edifici di particolare pregio storico architettonico. Ad ogni edificio o complesso di edifici corrisponde una scheda con l’indicazione degli elementi da preservare, indicando generalmente il grado di tutela.
Vincolo storico monumentale
è riferito agli edifici di particolare interesse storico-monumentale, in generale il progetto dovrebbe preservare e valorizzare gli elementi di interesse storico architettonico, in quanto costituiscono un patrimonio da far emergere.

Un esempio di approccio progettuale in contesti simili a quelli descritti è stato sviluppato presso l'azienda vinicola "Ida Agnoletti" nel territorio di Volpago del Montello provincia di Treviso.
L'azienda è situata in una masseria rurale circondata dai vigneti all'interno di un area vincolata e si presentava la necessita di ricavare una nuova struttura per il ricovero degli attrezzi.

Foto della masseria cinquecentesca esistente sede dell'azienda.

L'intervista con la titolare dell'azienda per comprendere le necessità funzionali ed organizzative dei nuovi spazi oggetto dell’intervento.

Il progetto è stato sviluppato prendendo come elemento principale il vasto paesaggio ricoperto da vigneti, sia di proprietà della cantina che dei terreni confinanti. Si è cercato di mitigare visivamente l’edificio rivestendolo interamente con verde rampicante e dando la possibilità ai clienti/visitatori della cantina di poter visionare il paesaggio dalla copertura praticabile.

Il progetto del ricovero attrezzi e l'utilizzo della copertura come belvedere.

La foto aerea e il foto-inserimento evidenziano come l’area sia compresa tra aree agricole dedicate alla coltivazione dei vigneti che si estendono su tutto il territorio di Volpago del Montello.

Che cosa stai cercando?

Unisciti alla nostra mailing list

RICEVI SUBITO

UNO SCONTO DEL 5%


SUL TUO PRIMO ACQUISTO!
Tieniti informato!
Suggerimenti mensili, novità e sconti.

Pietra Lavica - Controllo Umidità

Ultimi prodotti ordinati

Pietra Lavica - Controllo Umidità

a Salerno

Il tuo carrello